Bicisport news


Bardet fa cantare i francesi, Froome si difende da leone...

QUI TOUR DE FRANCE / Pioggia al mattino e pioggia alla fine. Il terzo giorno alpino si consegna alle braccia esili ma forti di Romain Bardet, nell'esplosione dei tifosi e della stampa francese. Il quinto della classifica attacca approfittando dello sbandamento del gruppo dopo che Froome, cadendo, ha trascinato a terra anche Vincenzo Nibali e ha di fatto spezzato in due il gruppo dei leader.


Froome è più giallo, ma Aru alza la testa. Da domani si combatte!

QUI TOUR DE FRANCE / La cronometro da Sallanches a Megeve, diciottesima sfida della Grande Boucle, delinea interessanti scenari in vista delle ultime due tappe di montagna. Alle spalle di Chris Froome, vincitore annunciato che sul traguardo solleva anche il pugno nel segno dell'ìesultan, un deluso Tom Dumoulin e poi, a sorpresa per chi non lo conosce, Fabio Aru...


Finetto investito in allenamento, frattura della cresta iliaca

Periodo davvero sfortunato per il Team Unieuro Wilier Trevigiani. Domenica scorsa quando la squadra era in gara al Trofeo Matteotti di Pescara è giunta la drammatica notizia dell'improvvisa scomparsa di Ivana, mamma di Alex Turrin, i cui funerali si terranno questo pomeriggio presso la chiesa di Lentiai, in provincia di Belluno.


Ultimi dettagli, a Taino già tutto pronto per la Coppa delle Nazioni

Si gira intorno a Taino (VA) per sei volte ma la quinta e sesta volta i corridori affronteranno il Tainenberg. In estrema sintesi è questa la trama della Piccola Coppa delle Nazioni per allievi che domenica 31 luglio aprirà la giornata poi dedicata alla Coppa dei Laghi, trofeo Almar-Coppa delle Nazioni U23 che vedrà al via il “fior fiore” dei corridori che aspirano a conquistare un successo che aprirebbe certamente le porte al professionismo.


Attacchi spuntati sulle Alpi e Froome guarda già alla cronoscalata

QUI TOUR DE FRANCE / Nel giorno in cui Ilnur Zakarin conquista per la prima volta nella storia del Tour il traguardo di Finhaut-Emosson, Chris Froome dimostra che l'unico gigante di questo Tour, almeno per il momento, è lui. E' lui infatti a gestire la corsa ed è ancora lui, dopo aver lasciato sfogare i timidissimi attaccanti sull'ultima salita, ad accelerare togliendoseli tutti dalle ruote. Con l'eccezione di Porte, l'uniche che, avendolo anticipato, non è stato staccato.


A casa di Cancellara, Sagan fa tris. E adesso Tinkov cosa dice?

QUI TOUR DE FRANCE / Nella sedicesima tappa che arrivava a Berna, Peter Sagan centra la terza vittoria personale di questo Tour e mette nei... guai il suo patron Oleg Tinkoff, che aveva promesso di non uscire dal ciclismo qualora lo slovacco avesse ottenuto tre vittorie.


Al Trofeo Matteotti, baby Albanese infilza Belletti e Viganò

TROFEO MATTEOTTI / Un protagonista del Prestigio Bicisport, Vincenzo Albanese, corridore classe 1996, ha vinto il Trofeo Matteotti, precedendo Manuel Belletti e Davide Viganò. Il corridore in maglia azzurra, che compirà vent'anni a novembre ed è tesserato per la Hopplà-Petroli Firenze fra gli under 23 (dopo aver corso anche nella Mastromarco), ha mostrato una sicurezza notevole nel gestire il finale.


Giro di Polonia, la sesta tappa annullata per le forti piogge

QUI GIRO DI POLONIA / Gli organizzatori della corsa sono stati costretti a cancellare la penultima tappa che sarebbe partita da Bukowina a causa delle forti piogge che avevano reso pericoloso lo svolgimento della corsa e alcuni passaggi del percorso.


Fatta la squadra per i Giochi: Nibali capitano, gruppo fortissimo

LA NAZIONALE DEI PRO' PER RIO 2016 / Dopo il Trofeo Matteotti vinto da Vincenzo Albanese, il CT Cassani ha comunicato i nominativi dei 5 professionisti che correranno in maglia azzurra alle Olimpiadi di Rio: «E' stata una scelta difficile - ha detto prima di snocciolarne i nomi - perché avrebbero meritato in molti. Una formazione forte in grado di affrontare un percorso molto insidioso. Non è mai facile fare una scelta di questo genere, perché cinque posti sono pochi; soprattutto perché vi sono tanti ragazzi che sono rimasti esclusi e che avrebbero meritato».


L’Italia sul tetto d’Europa vince il medagliere per nazioni

CAMPIONATI EUROPEI U23/JRS SU PISTA (Montichiari) / Con sei ori e 4 argenti l’Italia conquista il medagliere per Nazioni alla rassegna continentale su pista di Montichiari che ha visto al via ben 31 nazioni davanti a Polonia, Olanda, Gran Bretagna, Francia e Belgio. Ed è 5ª nel medagliere assoluto della Uec, unione ciclistica Europea, del 2016 guidato da Francia, Olanda, Germania e Gran Bretagna.


Pantano beffa Majka e Aru prova a far paura a Froome

QUI TOUR DE FRANCE / Quindicesima tappa a Jarlinson Pantano, che batte Rafal Majka in uno sprint a due e rintuzzando l'inseguimento di Reichenbach e Vuillermoz, in questa Grande Boucle in cui il gruppo della maglia gialla mantiene l'abitudine di ignorare le fughe. Ma soprattutto quindicesima tappa nel segno di Fabio Aru, che per la prima volta e prese le misure al Tour, ha sfidato faccia a faccia il treno nero di Sky.


Elisa Balsamo, sesto oro per l’Italia. Un sogno tutto azzurro...

CAMPIONATI EUROPEI U23/JRS SU PISTA (Montichiari) / Sesto oro azzurro. Arriva da Elisa Balsamo, il sesto oro per l’Italia. Una medaglia che pesa, di grande valore perché l’azzurra è alla sua prima esperienza nell’omnium, la maratona della pista, quella disciplina olimpica che è caratterizzata da sei specialità e vincere l’oro in una rassegna continentale in questa disciplina significa che hai potenziale ed un grande valore.


Al Polonia, Wellens fa l'impresa e Formolo si sveglia. Era ora...

QUI GIRO DI POLONIA / L'impresa di Wellens, belga di 25 anni, sul traguardo di Zakopane nella bufera ricorda quelle identiche dello stesso giovane all'Eneco Tour vinto negli ultimi due anni, ma ciò che finalmente fa sorridere i tifosi italiani è aver ritrovato un Davide Formolo brillante e vicino ai livelli che da anni gli conosciamo.


Rachele Barbieri porta all'Italia il quinto oro su pista. Olé...

CAMPIONATI EUROPEI U23/JRS SU PISTA (Montichiari) / E’ al suo primo anno nella categoria arriva da Modena (Serramazzoni) ed ha creduto in se stessa prima della linea di arrivo. L’azzurra U23 Rachele Barbieri è riuscita così a portare all’Italia il quinto oro e lo ha fatto nello scratch donne U23.


Volata fra pezzi grossi: Cavendish fa poker e Kittel s'infuria

QUI TOUR DE FRANCE / Mark Cavendish è tornato velocista sublime e fa poker a Parc des Oiseaux, 14ª tappa, mentre Kittel s'infuria per la sua deviazione. Questa volta il gruppo ha scelto di tirare un po' il fiato, dopo due giorni ad alta tensione, a causa del Ventoux e le sue polemiche, quindi le notizie tragiche piombate sulla carovana dalle strade di Nizza, infine la cronometro in cui Froome ha assestato un colpo durissimo ai suoi rivali.


BICICLUBITALIANO - Piazza del Vecchio Ghetto, 6 - 47826 Villa Verucchio (Rn)
Tel. 0541.671112 - Fax: 0541.677788 - Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.biciclub.it - facebook.com/BiciClubItaliano
COMPAGNIA EDITORIALE srl - Via Capogrossi, 50 - 00155 Roma
Tel. 06.2285728 - Fax: 06.2285915
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


 

 

Built with HTML5 and CSS3 | Copyright © 2015 Compagnia Editoriale
Powered by Computime

Questo sito web utilizza i cookies per aiutarci a riconoscerla, a migliorare la Sua esperienza su biciclub.it, ad aumentare la sicurezza, a misurare l'utilizzo dei nostri Servizi. Può controllare i cookies mediante le impostazioni del Suo browser. Per maggiori informazioni, inclusi i tipi di cookies su biciclub.it, La preghiamo di leggere l'Informativa sui cookies di biciclub.it. Visitando biciclub.it, Lei accetta il collocamento di cookies nel Suo browser in conformità con l’Informativa sulla privacy e con l'Informativa sui cookies di Compagnia Editoriale Srl.